November 17, 2021

Certificazione ISO 14001 - Facility Management

facebook-servicekey
linkedin-servicekey
spotify-servicekey
CONDIVIDI

Il mondo del Facility Management è negli ultimi anni in continua crescita: sempre più aziende si sono accorte della necessità di estendere le buone pratiche di gestione anche ai servizi ausiliari al core business. Il settore del FM sta maturando e le aziende che ne prestano i servizi devono, come molti settori del mondo produttivo, contribuire alle crescenti necessità di riduzione di impatto ambientale.

 

La norma ISO 14001:2015 è il punto di riferimento per le aziende che decidono di organizzare un sistema di gestione ambientale, definendo le buone pratiche e i requisiti minimi per ottenere la certificazione correlata. Ottenere la certificazione ISO 14001 per una azienda significa aumentare la propria credibilità nel mercato di riferimento come struttura matura, attenta non solo al proprio output principale ma a tutti gli effetti generati nell’ambiente circostante. Scopriamo quindi gli aspetti cruciali di questa norma, la loro interpretazione e le dirette conseguenze sulla vita aziendale di chi sceglie di voler rientrare nella certificazione ISO 14001.

ISO 14001:2015 di cosa si tratta

La norma ISO 14001:2015(recepita anche in campo europeo ed italiano, UNI EN ISO 14001) stabilisce i requisiti per un sistema di gestione ambientale (GSA). Tali requisiti sono da intendersi come generali, indipendenti dal campo di applicazione e validi per ogni organizzazione che voglia veder riconosciute come credibili le proprie iniziative in tema di impatto ambientale.

 

I requisiti specificati nel documento sono rivolti a tutte i sistemi di produzione che intendono ridurre gli impatti ambientali di:

a) produzione merci, per quanto concerne la catena produttiva interna

b) smistamento e distribuzione, quindi anche sulla sostenibilità del trasporto dei beni d’interesse

c) stoccaggio, che deve essere tanto più isolato dall’ambiente circostante quanto più il bene stoccato possa comportare il danneggiamento dell’ecosistema esterno

 

Sebbene non sia ancora un obbligo per legge, la certificazione ISO 1400, stabilendo dei requisiti precisi e quantificabili per un ampio spettro di applicazione, è un passo importante nella direzione della qualità e dell’efficacia dei sistemi digestione ambientale:

per l’azienda, la certificazione ISO 14001 è marchio di attenzione all’ambiente e di persecuzione delle best practice

per i clienti dell’azienda, la certificazione ISO 41001 è garanzia di affidarsi ad un ente attento alle tematiche sociali più rilevanti, e la sostenibilità ambientale è probabilmente il più importante tra questi

 

La certificazione ISO 14001è segno di un impegno concreto dell’azienda nella riduzione dell’impatto ambientale, ma anche un ottimo modo per fornire un’immagine della propria organizzazione coerente con il periodo storico che stiamo vivendo: significa fare ognuno la propria parte per un problema di carattere globale.

Hai già scaricato la nostra guida al Facility Management?
Clicca qui e scopri come migliorare la vita nel tuo ambiente di lavoro

ISO 14001: cosa cambia in azienda

Le buone pratiche di strutturazione di un sistema di gestione ambientale non nascono con la ISO 41001: già molte aziende, ovviamente, operavano strategie attive di riduzione dell’impatto ambientale del proprio processo produttivo. Quello che cambia con la ISO 14001 è la possibilità di potersi confrontare con uno standard internazionale in un settore (quello della sostenibilità ambientale)che non ha mai avuto un’importanza strategica come ora.

 

L’applicazione degli standard della ISO 14001 prevede:

- una fase preliminare di analisi ambientale, in cui vengono evidenziati tutti i processi interni di maggior interesse per quanto riguarda emissioni, produzione di scarti, pericolosità ambientale degli output

- inquadramento normativo delle varie attività aziendale in tema di sostenibilità ambientale

- definizione di una green policy, volta ad uniformare lo sforzo di riduzione d’impatto ambientale per tutti i componenti dell’azienda

- definizione di oneri e responsabili del sistema di gestione ambientale, a cui far riferimento per ogni fase della strutturazione e monitoraggio delle attività in merito

- attuazione delle procedure di monitoraggio e verifica delle attività di efficientamento ambientale, in modo tale da garantire un ciclo di continuo miglioramento per il sistema

 

Tutte le strategie implementate a livello aziendale riguardanti il Sistema di Gestione Ambientale hanno uno standard con cui confrontarsi. Questo non è solo un supporto alla fase di definizione degli interventi, ma anche nella loro verifica: ogni obiettivo del progetto nasce dalla conoscenza delle best practice della norma, ma ogni indicatore di verifica trova negli standard della ISO 14001 la sua naturale definizione in termini qualitativi e quantitativi.

 

Sostenibilità ambientale è anche efficienza energetica. Un Sistema di Gestione Ambientale certificato ISO 14001 può comportare anche considerevoli benefici economici se legato alla riduzione dei consumi energetici ambientali, rendendo le pratiche di efficientamento ambientale, di fatto, delle pratiche di efficientamento aziendale.

Leggi il bilancio di sostenibilità di Service Key per scoprire le azioni concrete che abbiamo intrapreso!

Non perderti
nessuna notizia:

Iscriviti alla nostra newsletter - niente spam lo promettiamo 🤞
Iscrivendoti alla nostra newsletter confermi di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy.
certificazioni-service-key-spa