October 26, 2021

Facility Manager: identikit di una figura aziendale indispensabile

facebook-servicekey
linkedin-servicekey
spotify-servicekey
CONDIVIDI

Gli ultimi anni, complice l’incremento del numero di aziende che dispongono di più sedi, sono stati cruciali per lo sviluppo di nuove professionalità legate alla gestione degli edifici aziendali. Soprattutto all’interno di realtà particolarmente strutturate, dove il focus sulla sicurezza e sulla vivibilità degli ambienti è particolarmente rilevante, è sorta la necessità di centralizzare la gestione dei servizi no core a una persona, o team di persone.

Facility Manager: se c’è, si vede

Uffici illuminati, scrivanie pulite, impianti di condizionamento che funzionano correttamente: sono solo alcune delle condizioni necessarie per far sì che un ambiente sia confortevole e sicuro. Quando si entra in un ambiente curato non si può prescindere dall’attribuire il merito a una buona organizzazione aziendale, dove è presente una figura specializzata come quella del/della Facility Manager.

Facendo un passo indietro, il Facility Management è definito come il settore che studia le soluzioni più adatte per migliorare l’ambiente di lavoro e i servizi no core aziendali. Di conseguenza, il/la Facility Manager è una figura altamente specializzata che si occupa della gestione degli edifici e di tutti quei servizi relativi alle facilities aziendali dal cleaning alla manutenzione elettrica, dalla sanificazione alla cura del verde ecc.

Hai già scaricato la nostra guida al Facility Management?
Clicca qui e scopri come migliorare la vita nel tuo ambiente di lavoro

L’importanza dei servizi no core

Le principali attività che il/la Facility Manager svolge riguardano la progettazione, il controllo, la pianificazione e l’organizzazione di tutti i servizi funzionali agli scopi aziendali. In particolare, è una figura che determina le condizioni delle strutture, ne studia i possibili miglioramenti, stabilisce le tempistiche di eventuali manutenzioni da svolgere e, non ultimo, gestisce il budget a disposizione per questo tipo di attività.

La gestione dei rapporti con i fornitori che erogano il servizio, la supervisione della buona riuscita delle operazioni, il controllo delle scadenze relative alle manutenzioni: il/la Facility Manager non si occupa solo di facilities e utilities ma monitora e supervisiona anche tutte le attività "satellite".

Il profilo ideale

Oltre ad avere un ampio bagaglio di conoscenze tecniche del settore di riferimento, il profilo del/della Facility Manager perfetto è arricchito da particolari qualità personali. Qualche esempio? È necessario entrare in sintonia con i valori aziendali per poter allineare la strategia agli obiettivi di business, sostenendo l’azienda e avendo a cuore i suoi interessi in termini di investimenti e controllo dei costi. Spesso, infatti, l’ottimizzazione degli spazi e l’attenzione al benessere di chi lavora all’interno degli ambienti aziendali funzionano se coerenti con mission e vision della realtà stessa. Inoltre, le competenze trasversali valgono quasi quanto quelle tecniche perché permettono una visione di insieme che porta a vantaggi non solo economici ma anche qualitativi.

Il cambio di mentalità nell’utilizzo degli spazi di lavoro, gli standard di igiene e sicurezza sempre più severi e la digitalizzazione dei processi per monitorare sprechi e risorse hanno imposto nell’ultimo periodo una nuova normalità che prevede necessità specifiche da soddisfare per risultare competitivi.

Visita il nostro sito www.skservizi.it e scopri i nostri servizi di Facility Management!

Non perderti
nessuna notizia:

Iscriviti alla nostra newsletter - niente spam lo promettiamo 🤞
Iscrivendoti alla nostra newsletter confermi di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy.
certificazioni-service-key-spa