November 23, 2022

Gestione antincendio negli ospedali: normative e indicazioni

facebook-servicekey
linkedin-servicekey
spotify-servicekey
CONDIVIDI

Gestione antincendio negli ospedali: normative e indicazioni

Le strutture ospedaliere sono edifici dalla gestione critica, in cui le strategie di ottimizzazione e smart-management sono subordinate al rispetto di  precise procedure di sicurezza. Se in qualsiasi struttura la sicurezza e l'incolumità delle persone presenti al suo interno deve essere la priorità assoluta, negli ospedali questa necessità risulta più complessa per la presenza di pazienti, attrezzature e materiali che devono essere mantenuti in precise condizioni ambientali.

Le normative antincendio negli ospedali impostano precisi criteri di gestione della struttura per la prevenzione e la protezione da fenomeni incendiari declinati rispetto alle specifiche che contraddistinguono questi ambienti sanitari. Vediamo, allora, in cosa consiste la gestione antincendio negli ospedali ed alcune indicazioni utili per la sua attuazione.

Hai già scaricato la nostra guida al Facility Management?
Clicca qui e scopri come migliorare la vita nel tuo ambiente di lavoro

Normative antincendio negli ospedali

La normativa di riferimento per la progettazione degli impianti ospedalieri in ottica antincendio partono dal DM 18 Settembre 2002, recante la "...regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio delle strutture sanitarie pubbliche e private". Questo decreto di base è stato più volte modificato nel tempo con decreti di modifica di alcune sue parti fino al Decreto del 29 Marzo 2021, che ha approvato ulteriori norme tecniche (non completamente sostitutive ma integrative) per la prevenzione e la protezione antincendi nelle strutture ospedaliere.

Nel D. 29 Marzo 2021, Allegato I, sono specificati i vari parametri per l'inquadramento del rischio della struttura ospedaliera in esame e sopratutto viene individuato un Sistema di Gestione per le procedure antincendio e il loro controllo nel tempo. Nello specifico, l'allegato I riporta:


· il campo di applicazione della norma, legato al numero di pazienti della struttura e i metri quadri di superficie 

· la classificazione , con sigle alfanumeriche (es. TM3 per depositi), delle strutture o sotto-strutture ospedaliere in funzione della loro attività e il loro carico di incendio specifico q

· le modalità di valutazione di rischio antincendio dei vari locali della struttura

· i livelli di Sistema di Gestione Antincendio da adottare in funzione della classificazione della struttura/locale e della valutazione di rischio antincendio operata

· i metodi di controllo delle procedure antincendio e l'utilizzo dei dispositivi di allarme e rilevazione di principi di incendio o situazioni ambientali a rischio incendio

· l'utilizzo dei sistemi di protezione per i servizi della struttura improrogabili (elettricità ad esempio, il quadro elettrico ha bisogno di specifiche protezioni)


Il D. 29 Marzo 2021 non è da intendersi come nuova norma di riferimento, ma come ulteriore integrazione dei precedenti testi normativi tecnici riguardati la prevenzione e la protezione antincendio negli ospedali (Regola tecnica Verticale, RTV)

Sistema di gestione antincendio: alcune indicazioni utili

Le norme tecniche sui Sistemi di Gestione hanno permesso di rendere qualitativi molti settori del mondo civile e industriale, altrimenti non interessati da sistemi di miglioramento continui delle prestazioni dei servizi offerti. Anche per le procedure antincendio negli ospedali, il Sistema di Gestione può rivelarsi lo strumento cruciale per una pianificazione solida ed efficace, con obiettivo un continuo miglioramento dei livelli di sicurezza in questi ambienti.

Un Sistema di Gestione antincendio ottimale deve prevedere una logica PDCA (Plan-Do-Check-Act), in cui l'attuazione delle procedure previste sia costantemente oggetto di verifica, tramite indicatori quantificabili, per riproporre continuamente miglioramenti, azioni di improvement mirate ed efficaci. Il SGA sarà composto da:

· valutazione dei rischi in funzione della classificazione dei locali e della loro operatività (materiali presenti, frequentazione di personale...)

· progettazione delle procedure antincendio, sia individuali che collettive, rivolte al personale ma anche a tutti i frequentatori del locale

· istituzione di un piano permanente di formazione e informazione del personale sulle good practices da adottare per la prevenzione e le eventuali procedure da seguire in caso di situazioni critiche

· controllo periodico delle azioni intraprese nella gestione antincendio (formazione dipendenti, piano di emergenza...)

· re-build periodica del piano di gestione antincendio in funzione delle criticità emerse nella fase di verifica

In questo modo, con l'utilizzo simultaneo delle norme tecniche e di un Sistema di Gestione, è possibile garantire una Gestione antincendio negli ospedali sempre più sicura per il personale e i frequentatori del complesso.

Non perderti
nessuna notizia:

Iscriviti alla nostra newsletter - niente spam lo promettiamo 🤞
Iscrivendoti alla nostra newsletter confermi di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy.
certificazioni-service-key-spa