May 3, 2022

Norme antincendio per condomini e garage condominiali

facebook-servicekey
linkedin-servicekey
spotify-servicekey
CONDIVIDI

Norme antincendio per condomini e garage condominiali

Le norme antincendio prevedono precise procedure di adeguamento degli stabili per la prevenzione e protezione da eventi di tipo incendiario. Dato che ogni tipologia di edificio e ogni stabile in particolare risponde ad una propria categoria di rischio, le norme sono state attualizzate alle particolari esigenze di diverse strutture per offrire un comparto normativo chiaro e completo.

Le norme antincendio per condomini e box condominiali rispondono a precise esigenze di questa tipologia di edifici e stabiliscono le buone pratiche da seguire per le amministrazioni condominiali in materia di prevenzione e protezione antincendio. Vediamo in cosa consistono le norme antincendio per condomini e box.

Hai già scaricato la nostra guida al Facility Management?
Clicca qui e scopri come migliorare la vita nel tuo ambiente di lavoro

Norme antincendio: le specifiche per condomini e box condominiali

L’ultimo riferimento legislativo per le norme antincendio è il Decreto del Presidente della Repubblica 151/11 (“Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi”).Questo riferimento generale per i sistemi antincendio specifica che un primo aut aut tra l'applicazione o meno della normativa antincendio è l’altezza dell’edificio: sotto i 12 metri non c’è l’obbligo a seguire la normativa di riferimento. Ciò non toglie che, in relazione alla valutazione di particolari fonti di rischio, l’edificio non possa comunque essere messo in una categoria di rischio tale da richiedere l’applicazione delle norme.



In materia di edifici condominiali, il D.M. 25/1/2019(“Modifiche ed integrazioni all’allegato del decreto 16 maggio 1987, n. 246concernente norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione”) ha introdotto l’obbligo di certificazione anche per gli edifici condominiali al disotto dei 12 metri di altezza. Quindi, le precedenti norme sul regolamento della prevenzione incendi diventano valide anche per i complessi condominiali. 

I box condominiali, invece, rientrano a pieno titolo nella definizione di autorimessa come ​​“un’area coperta, con servizi annessi, destinata al ricovero, alla sosta e alla manovra di veicoli” avente superficie superiore ai 300 mq. Sugli obblighi pretesi ai gestori di autorimesse in materia di antincendio, rientra quello di avere un sistema antincendio e il CPI, Certificazione di Prevenzione Incendi rilasciato dopo sopralluogo dal Corpo dei Vigili del Fuoco


Norme antincendio: applicazione delle norme

Il contesto legislativo e normativo per condomini e box rende chiari gli adempimenti richiesti alle amministrazioni condominiali, in termini di antincendio. Tra le procedure da attuare rientrano:

· installazione di sistemi di rilevazione dei fumi, in grado di allertare tempestivamente per la presenza di un principio d’incendio

· predisposizione degli estintori, la cui tipologia dovrà essere scelta in relazione al tipo di materiali infiammabili potenzialmente presenti nell’edificio

· progettazione di uscite di emergenza e vie di fuga, che dovranno essere lasciate sempre sgombre per permettere l’uscita dei presenti in caso di attivazione del sistema antincendio

· rimozione di materiali infiammabili non conformi, come nel caso dei materiali classificati R90 e non compatibili con un sistema di prevenzione degli incendi adeguato

· installazione di porte tagliafuoco

· nel caso di presenza di piani interrati serviti da ascensore, installazione di un sistema a generatore elettrico indipendente (stand-alone)per la gestione delle fasi di emergenza

È responsabilità del gestore dell’edificio, l’amministratore di condominio in questo caso, l’avviamento della procedura per ottenere il CPI, Certificato Prevenzione Incendi. Il responsabile deve inviare la documentazione necessaria ai Vigili del Fuoco, ente certificatore per i sistemi antincendio, che in seguito ad una valutazione favorevole procedono con un sopralluogo nella struttura per verificare l’effettiva messa in sicurezza in relazione alle norme antincendio e solo successivamente al rilascio del CPI.

Le norme antincendio per condomini e box condominiali sono state indicate nelle classiche disposizioni da legge per le misure di prevenzione antincendio, il D.P.R 151/11 e i suoi successivi aggiornamenti. L’attuazione di queste norme deve portare i condomini e i box condominiali ad avere i requisiti per ottenere il CPI e assicurare il rispetto delle buone pratiche in materia di prevenzione antincendio.

Non perderti
nessuna notizia:

Iscriviti alla nostra newsletter - niente spam lo promettiamo 🤞
Iscrivendoti alla nostra newsletter confermi di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy.
certificazioni-service-key-spa